Art.35 Generalità

1. Oggetto. Le norme riferite alla progettazione e realizzazione dello spazio aperto pubblico e d'uso pubblico interpretano e specificano gli indirizzi e le prescrizioni del Piano strutturale comunale, in particolare quelle riferite ai Sistemi e alle Situazioni (artt. 31-38 del Quadro normativo e Schede di Situazione, tavole delle Strategie per la qualità ovvero "Attrezzature e spazi collettivi", "Dotazioni ecologiche e ambientali", "Infrastrutture per la mobilità").

2. Destinatari. Destinatari della norma sono sia il soggetto pubblico, quando opera direttamente, sia il soggetto privato, quando realizza spazi aperti pubblici o di uso pubblico.

3. Struttura normativa. Per ciascuno dei materiali dello spazio aperto selezionati per l'incidenza delle loro caratteristiche sulla qualità complessiva dello spazio pubblico e d'uso pubblico (Strade, Percorsi ciclabili in sede autonoma, Aree parcheggio, Piazze e aree pedonalizzate, Aree verdi, Parchi e giardini di interesse storico e documentale, orti urbani, Parchi in territorio rurale) gli articoli definiscono:

- la definizione degli spazi riconducibili al materiale urbano in oggetto;

- le componenti, ossia i materiali semplici essenziali che concorrono nella composizione del materiale urbano in oggetto;

- le prestazioni, ossia le azioni da assolvere e i comportamenti progettuali da tenere negli interventi relativi al materiale urbano in oggetto;

- i regolamenti correlati, ossia il riferimento ad altri testi normativi di settore pertinenti al materiale urbano in oggetto. Le prestazioni specifiche richieste per ogni materiale dello spazio aperto sono raccolte in Schede tecniche organizzate per singoli obiettivi e costituenti parte integrante dell'articolato normativo, come riassunto nella tabella di seguito riportata.

SPAZIO APERTO PUBBLICO E D'USO PUBBLICO
 
    OBIETTIVO PRESTAZIONALE   CODICE
STRADE  
  • Mitigazione dell’impatto ambientale
  A.1
 
  • Compatibilità fra esigenze funzionali e abitabilità
  A.2
 
  • Abitabilità della strada ed integrazione con il contesto
  A.3
 
  • Efficienza del servizio di trasporto pubblico
  A.4
 
  • Realizzazione di uno spazio d’uso pubblico
  A.5
PERCORSI CICLABILI IN SEDE AUTONOMA  
  • Inserimento nella rete urbana e sicurezza
  B.1
 
  • Inserimento nella rete rurale e comfort
  B.2
AREE PARCHEGGIO  
  • Risposta alla domanda di sosta
  C.1
 
  • Compatibilità ambientale e inserimento paesaggistico
  C.2
 
  • Sicurezza e comfort degli utenti
  C.3
PIAZZE E AREE PEDONALIZZATE  
  • Fruizione pedonale    
  D.1
 
  • Inserimento paesaggistico e compatibilità funzionale
  D.2
 
  • Molteplicità degli usi e dei tempi
  D.3

AREE VERDI

 
  • Connessione ecologica e permeabilità
  E.1
 
  • Valorizzazione delle risorse locali e inserimento di elementi artistici
  E.2
 
  • Sicurezza e comfort degli utenti
  E.3
 
  • Accessibilità, molteplicità degli usi e dei tempi
  E.4
 
  • Funzionalità e mantenimento nel tempo
  E.5
PARCHI E GIARDINI DI INTERESSE STORICO E DOCUMENTALE  
  • Fruibilità compatibile           
  F.1
 
  • Conservazione delle specie vegetali e dei manufatti
  F.2
ORTI URBANI  
  • Prodotti commestibili e risparmio idrico
 

G.1

 
  • Progettazione unitaria, cura e manutenzione
  G.2
PARCHI IN TERRITORIO RURALE  
  • Accessibilità e riconoscibilità
  H.1
 
  • Compatibilità fra usi agricoli e attività ricreative
  H.2
SENTIERI  
  • Inserimento nella rete urbana e fruizione sicura
  I.1