Devo effettuare opere di manutenzione straordinaria: è indifferente depositare una DIA (oggi SCIA) o una CIL?

Nel caso in cui si debba dare esecuzione ad interventi di Manutenzione Straordinaria (MS) in un’unità immobiliare o in un edificio (opere interne o esterne indifferentemente), se questi interventi non hanno alcuna rilevanza sulle parti strutturali dell’edificio (per cui non è necessario depositare un progetto strutturale sismico) allora è necessario depositare una CIL ex art. 6 DPR  380/2001.

Continua a leggere

Intervento di manutenzione straordinaria già eseguito di un’opera soggetta a CIL

Quesito

Nel caso che un intervento, GIA’ ESEGUITO, di manutenzione straordinaria ricada all’interno dello opere soggette a C.I.L., si può presentare una C.I.L. a sanatoria? E nel caso che l’intervento

Continua a leggere

E’ possibile applicare l’art. 100, co. 6 RUE in una CIL?

L’applicazione dell’art. 100 comma 6 del RUE che riguarda la prescrizione dei cosiddetti abusi minori è un adempimento volontario, in quanto non è richiesta dalla norma (legge 73/2010); è pertanto sempre possibile, qualora se ne ravveda la necessità, applicare questa fattispecie contestualmente ad altre diverse opere di progetto.

Continua a leggere

Variante in corso d’opera: CIL o DIA (oggi SCIA)?

Nel caso in cui si sia depositata precedentemente una CIL: non esiste una variante in corso d’opera ad una CIL; questa sarà una nuova CIL, non una variante.

Nel caso invece di variante in corso d’opera ad un titolo edilizio (DIA o PDC): qualora debba eseguirsi una variante,

Continua a leggere

Trasformazione di Sa in Su con aumento di superficie

Quesito

Buongiorno, Edificio in ambito 62 (in via di consolidamento misto) non classificato e non di interesse. L’unità immobiliare sulla quale abbiamo intenzione di intervenire comprende una loggia chiusa su tre lati (larghezza 6,00 mt x 4,00 mt di

Continua a leggere

Calcolo dei PU e Dotazioni in cambio d’uso parziale

Quesito

Buongiorno. Sono a chiedere chiarimenti sul seguente caso. Mi trovo nel caso di un cambio d’uso parziale: devo intervenire su due U.I. adiacenti, la prima ad uso abitativo 1a di ca. 75 mq, la seconda ad uso ufficio 3b di ca. 38 mq; un piccolo vano

Continua a leggere

Posso montare un ascensore esterno in un edificio storico architettonico?

Quesito

L’art. 57 del Rue al requisito IS.3. al punto 1.3, afferma che si possono montare ascensori esterni negli edifici di interesse storico-architettonico, solo nelle corti secondarie.

Continua a leggere

Differenza tra soppalco e interpiano

Quesito

E’ stato realizzato un soppalco abusivo che ha una superficie maggiore del 50% della superficie del locale su cui affaccia, (in contrasto alla normativa igienica sanitaria); con la costruzione di una banale parete in cartongesso si potrebbe portare la superficie del soppalco al 50%,

Continua a leggere

Il terrazzo in falda e’ compreso nella sagoma planivolumetrica?

Quesito

Buongiorno, da un’attenta lettura dell’art. 16 del vigente RUE riguardante la definizione di sagoma planivolumetrica si comprende che un terrazzo in falda (a tasca o asola) è compreso nella sagoma planivolumetrica (come per altro la loggia, anche se entrambi sono «sottrazione di volume»).

Continua a leggere

Art. 14 Rue: piani interrati, Su e Sa

Quesito

L’art. 14, comma 3, del RUE specifica che “nelle unità edilizie ad uso abitativo, le cantine si considerano superficie accessoria (Sa) e non costituiscono superficie utile (Su) esclusivamente quando i relativi vani siano posti in piani

Continua a leggere

art. 20 Rue: definizione del piano fuori terra

Quesito

Per la definizione di piano fuori terra come da art.20 comma 3 del RUE, valgono ancora i metodi di calcolo delle schede dell’AUSL (Dipartimento di Sanità Pubblica) previste dall’ex R.C. 7.2. per il recupero dei locali seminterrati?

Risposta

Puo’ essere utilizzato il metodo dello sviluppo dei fronti.

Continua a leggere

Locali comunicanti in un monolocale

Quesito

Il RUE e le norme igienico-sanitarie prevedono che affinchè due locali comunicanti si possano definire monolocale il varco fra i due locali deve essere pari ad almeno il 50% della larghezza del vano maggiore.

Continua a leggere

Unità immobiliare in prossimità di una cabina elettrica

Quesito

Immobile esistente; unità immobiliare in prossimità a una cabina elettrica evidenziata in cartografia. Il requisito dE 4.2 (inquinamento elettromagnetico) prescrive “per nuove costruzioni, ristrutturazioni e cambi d’uso per usi abitativi di tipo

Continua a leggere