Qual’è il portale di riferimento per l’invio telematico dei progetti strutturali?

Dal 14 ottobre 2014 TUTTE le pratiche dovranno essere inviate in modalità telematica per mezzo di Scrivania del Professionista, raggiungibile al seguente indirizzo URL:

Scrivania del Professionista

 

Per ogni ulteriore evenienza si prega di contattare lo Sportello Unico per l’Edilizia, previa verifica di quanto già riportato nei seguenti link:

Pratiche edilizie digitali e Scrivania del professionista

Progetti strutturali e pratiche digitali

 

 

Continua a leggere

Come contatto l’U.I. Autorizzazioni Sismiche?

Il sito WEB del settore contiene tutte le informazioni necessarie per contattare i funzionari. Dal seguente pulsante è possibile accedere alle pagine con le informazioni più richieste durante i colloqui:

Nel caso fosse necessario un appuntamento è necessario seguire le procedure indicate nella scheda 10.

Continua a leggere

Opere strutturali in sanatoria

QUESITO

In relazione ad un intervento realizzato, nel Comune di Bologna, su una struttura muraria portante (aperture/porte eseguite nelle murature) in assenza di titolo edilizio e di progetto delle strutture, quali sono le procedure amministrative da seguire??

RISPOSTA

La procedura corretta è quella riportata all’articolo 22 della LR 19/2008, è opportuno inoltre fare presente il parere del CTS n°68 che dettaglia le procedure citate.

 

Continua a leggere

Quanto devo pagare per una pratica “sismica”?

Per una “pratica sismica” è previsto il consueto pagamento dei diritti di segreteria e, in aggiunta, un rimborso forfettario per le spese istruttorie.

Continua a leggere

Rapporto fra procedimento edilizio e pratiche strutturali

La ratio della LR 19/2008 prevede la piena coerenza tra il progetto architettonico e quello strutturale, al fine di assicurare che, nella redazione degli elaborati allegati al titolo abilitativo edilizio, i progettisti (in particolare il progettista architettonico) abbiano tenuto debitamente conto gli aspetti strutturali e le esigenze di riduzione del rischio sismico.

L’art. 10, co. 3 della LR 19/2008 prevede, per la generalità dei casi, il deposito del progetto strutturale contestuale alla presentazione del titolo edilizio (per l’istanza di autorizzazione sismica è possibile presentare contestualmente tale domanda insieme al titolo abilitativo).

Interazioni di SCIA e PDC quando il deposito delle strutture o l’autorizzazione sismica non è contestuale:
Quando la pratica “sismica”, sia essa di deposito o di autorizzazione, non è contestuale alla presentazione del titolo edilizio, la SCIA o il PDC devono contenere la seguente documentazione, attinente alla riduzione del rischio sismico:

  • modulo A1/D1 debitamente compilato;
  • relazione tecnica firmata dal progettista;
  • elaborati grafici;

I contenuti di questi ultimi due documenti sono esplicitati all’allegato A della DGR 1373/2011, così come specificato nella LR 19/2008 all’articolo 10, comma 3, lettera b.

Si tratta di documentazione preliminare relativa al progetto strutturale e pertanto i progettisti compileranno il modulo A.1/D.1 al solo punto B.2, da allegare al titolo edilizio.

Continua a leggere

Quali moduli devo consegnare per una pratica “sismica”?

La modulistica unificata è stata predisposta dalla Regione Emilia-Romagna tramite la DGR 1878/2011.

Tutte le informazioni sono disponibili nella collegata scheda informativa: [VAI]

 

Continua a leggere